Chi l'ha visto smaschera il Tg5 sulla calligrafia di Matthias Schepp: ma com'è possibile che un Tg possa fare simili strafalcioni?

Qualche giorno fa Federica Sciarelli ha denunciato una figuraccia davvero clamorosa del Tg5 che ha utilizzato una ricostruzione in italiano della cartolina scritta in tedesco da Matthias Schepp, il padre suicida delle due gemelline scomparse, spacciandola per "originale" e facendola addirittura esaminare da un perito calligrafo....

Peccato che la copia in italiano fosse stata tradotta e redatta ad hoc da Chi l'ha visto a scopi unicamente televisivi e non potesse in alcun modo significare alcunché dal punto di vista psichiatrica non essendo quella la vera scrittura di Matthias Schepp, bensì un font grafico costruito al computer! Guardate che roba!

Il telegiornale di Mimum ha fatto analizzare da un perito la frase 'Senza di te non posso vivere… Mi manchi tanto, ma ormai è troppo tardi' con conseguenze direi imbarazzanti. Della scrittura imputata all'uomo ma che in realtà, ripeto, è di un computer il perito chiamato in causa dal telegiornale arriva ad affermare: 'La calligrafia rivela una aggressività latente, la rabbia che Schepp ha dentro ed anche un spirito vendicativo. Il fatto che l’uomo non sollevi mai la penna dal foglio evidenzia il tentativo di soffocare le emozioni'.

Ma com'è possibile che un Tg possa fare strafalcioni così gravi? 

serendipitieserendipitie

Pubblicata IL 26/04/2011, ORE 13:11 | Aggiornata IL 26/04/2011, ORE 13:13
3Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • xbluexbirdxxbluexbirdx

    Pubblicato IL 27/04/2011, ORE 15:33

    Appassionato di

    Scopri di più

    questo è uno dei motivi per i quali NON vale la pena seguire i tg berlusconiani (cioè tutti tranne un paio)

  • ienaplinsky@vienaplinsky@v

    Pubblicato IL 26/04/2011, ORE 15:39

    Appassionato di

    Scopri di più

    il tg5 ha fatto una figura barbina, grande Sciarelli e tutti quelli che lavorano a chi l'ha visto?Però mi sorge un grosso dubbio che riguarda un caso totalmente diverso, il caso Massimo Ciancimino e il famoso papello, ovvero l'accordo tra Stato e Mafia, nel quale compare il nome di De Gennaro. E per questo è stato arrestato, Massimo Ciancimino,  con l'accusa di aver falsificato quel nome, ovvero di averlo aggiunto lui.Ricordo che De Gennaro era questore a Genova durante gli orrendi fatti del G8 e che è stato condannato nel GIUGNO 2010, a un anno e 4 mesi dalla corte d'appello di genova. Ma il governo e Maroni: "continuamo a confidare in lui".Ma con quali basi? con quali analisi? E soprattutto perchè Massimo Cinacimino avrebbe voluto accusare De Gennaro? Sono domande di un profano, ma di buon sensoDetto questo sta di fatto che i documenti che ha portato Massimo Ciancimino ai pm sono autentici, parola di Antonino Di Matteo

    3 commenti:

    • pallegirate@vpallegirate@v

      Pubblicato IL 27/04/2011, ORE 12:59

      Appassionato di

      Scopri di più

      Iena, hai sentito il passaparola di Travaglio su Ciancimino?La parte più rilevante:<<La leggenda che ci viene venduta sulla traiettoria, il percorso della collaborazione di Ciancimino con la giustizia è una leggenda piuttosto fantasiosa, molto avvincente, poco credibile e cioè che Ciancimino, a un certo punto, decida di rovinarsi la vita cominciando a sparare a zero su alcuni fra gli uomini più potenti d'Italia. L'ultimo è De Gennaro, ma prima Mancino, Violante, il Ros dei Carabinieri il Generale Mori, il Capitano De Donno, i governi Amato e Ciampi e poi naturalmente Berlusconi, Dell'Utri, i mafiosi, etc...... Quindi, stiamo assistendo sui soliti giornali a sciocchezze incredibili: il Corriere della Sera ha addirittura intervistato Dell'Utri come osservatore super partes, nel caso Ciancimino, dimenticando di ricordare che Dell'Utri è un condannato in appello per mafia a sette anni...L'autenticità, invece, del contenuto di quei documenti è ancora un altro problema, che non risolve la Scientifica che può solo dire se una carta è autentica, dopodiché quello che c'è scritto in quella carta, se è autentico o no, se è vero o no, lo decidono poi i giudici con altri tipi di riscontri. Un conto è l'autenticità un conto la veridicità di un documento. Lo ripeto, l'abbiamo già detto mille volte, ma dato che anche io passo per uno di quelli che si bevevano qualunque cosa dicesse Ciancimino, vi ricordo che l'avevamo detto a suo tempo. Perché l'avevamo detto? Perché 55 documenti, alcuni in fotocopia, altri in originale, tra quelli, circa 150, che Ciancimino aveva portato ai magistrati erano già stati esaminati dalla Scientifica e 54 di quei 55 erano risultati autentici. La grafia di suo padre, sua, di qualcun altro era risultata quella, la datazione era quella, il documento non era artefatto. Uno di quei 55 documenti aveva suscitato dubbi della Polizia Scientifica perché era una fotocopia in formato A4, sulla sinistra c'era un appunto manoscritto di Massimo Ciancimino, fotocopiato nella stessa fotocopia in cui sul lato destro c'era un altro appunto, che invece aveva la grafia di suo padre. Li si era detto “ecco, ha messo insieme una cosa sua e una di suo padre, per trarre in inganno i magistrati!”, in realtà Ciancimino disse, “io, quando ho consegnato quel documento l'ho detto: questa è una fotocopia di due originali, mio e di mio padre, che io avevo fotocopiato uno vicino all'altro perché stavamo facendo una specie di promemoria per un libro di memorie di don Vito Ciancimino – e lui lo stava aiutando a scrivere – e serviva a me, quindi avevo fotocopiato questi appunti, in parte miei e in parte di mio padre, ma avevo detto subito cos'era, quindi non ho tratto in inganno nessuno”Il 56° è risultato invece taroccato. Due o tre giorni prima dell'arresto di Massimo Ciancimino, che è avvenuto se non ricordo male mercoledì, quindi fine scorsa settimana, inizio della settimana appena conclusa, della Settimana Santa, arriva il referto della scientifica su un altro documento. E qui attenzione, perché altro che giallo! Altro che thriller!Il documento che cos'è? Fa parte di una valigiata di documenti che Ciancimino ha portato in procura uno o due mesi fa, gli ultimi documenti che lui diceva di avere dell'archivio di suo padre. Perché ha impiegato così tanto a consegnarli? Forse perché gli piaceva creare un po' di suspance, restare un po' più a lungo sotto i riflettori, forse perché l'archivio di suo padre era disseminato in una serie di cassette di sicurezza e nascondigli sparsi per l'Europa...>>Qui per leggere tutto il thriller

    • violaforever1violaforever1

      Pubblicato IL 27/04/2011, ORE 21:47

      Appassionato di

      Scopri di più

      sara' come la figura barbina che fece la sciarelli quando trovarono il corpo di Sarah Scazzi in diretta durante chi l'ha visto.....guarda caso proprio in diretta con la famiglia...e come facevano i primi piani della madre.....e nessuno ha avuto da ridire..dei telespettatori....anzi la difendevano la sciarelli

    Leggi tutti i commenti

  • ballerina888ballerina888

    Pubblicato IL 26/04/2011, ORE 13:14

    Appassionato di

    Scopri di più

    Davvero pazzesco, non potrei essere più d'accordo. Ma cosa ancora più assurda è come sia stato possibile che la grafologa chiamata in causa per analizzare quel testo, Candida Livatino, abbia potuto "psicanalizzare" il rendering grafico spacciandolo per la calligrafia dell'uomo morto suicida e trovando addirittura elementi "inconfutabili" a favore della sua tesi, come chiari segnali di aggressività latente" e il fatto che "non staccasse mai la mano dal foglio"....

    1 commento:

    • gb1949gb1949

      Pubblicato IL 26/04/2011, ORE 19:07

      Appassionato di affari e finanza

      Scopri di più

      la voglia di primeggiare a tutti i costi, di arrivare primi, di essere esclusivi ed unici ci annebbia la vista e non ci fa ragionare, non ci consente di andare in fondo alla notizia e frmarci un attimo a riflettere a studiare. non mi meraviglio comunque di TG5 oramai non un telegiornale con notizie di plitic , ecoomia , cronaca etc è solo TELEGOSSIP5.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia