La pillola anticoncezionale aumenta il rischio di trombosi?

Pillole contraccettive il rischio trombosi è in aumento? Erano meglio le vecchie pillole di queste di ultima generazione?

eleonor810eleonor810

Pubblicata IL 04/11/2011, ORE 16:36 | Aggiornata IL 04/11/2011, ORE 16:46
2Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • gloriana4gloriana4

    Pubblicato IL 04/11/2011, ORE 16:40

    Appassionato di

    Scopri di più

    Voglio raccontare la mia esperienza personale, forse può essere di aiuto a qualcuna di voi. Ho preso la pillola (non faccio il nome ma è una davvero molto leggera) e non ho mai avuto problemi per tre anni. Sei mesi fa ho iniziato a sentire le gambe gonfie e pesanti tanto è vero che lo attribuivo alla mancanza di esercizio fisico, al mio lavoro sedentario... ho iniziato anche a prendere delle tisane depuranti pensando di soffrire di ritenzione idrica. Ho fatto le analisi (anche quelle specifiche per chi prende la pillola)prima di fissare una visita di controllo dal mio ginecologo di fiducia. Ha avuto la prontezza di notare che il valore del fibrinogeno era sballato e allora mi ha dato da fare queste analisi (proteina S libera, proteina C  coagulativa e omocisteinemia). Mi ha subito fatto interrompere l'uso della pillola e a distanza di circa un mese ho ripetuto queste tre esami pecifici e in più ho effettuato lo screening delle trombofilie  (per escludere che la causa di questa anomalia fosse di natura genetica).Sono esami molto costosi perchè riguardano il DNA ma negli oaspedali si possono fare con i ticket). Il valore della Proteina S, dopo l'interruzione della pillola è tornato quasi normale e i fattori genetici non c'entravano nulla. Non posso più prendere la pillola ma ora sto bene!

    E pensare che tutto era partito da una pesantezza alle gambe! Ragazze se prendete la pillola, quando fate le normali analisi di controllo, fatevi prescrivere anche quelle un po' più specifiche per chi prende la pillola (fibrinogeno e testosterone)

     

  • piennolapiennola

    Pubblicato IL 04/11/2011, ORE 16:38

    Appassionato di cinema, cucina, letteratura, storia

    Scopri di più

    E' sempre stato un rischio, ma ora uno studio danese dimostra che la patologia è più frequente con i nuovi prodotti.

    La differenza è che ci sono alcune pillole contraccettive a base di nuovi ormoni progestinici (drosperidone, desogestrel o gestodene) che hanno un rischio doppio di formazione di coaguli di sangue.

    Una ricerca danese ha dimostrato che il rischio anche quando basso è di tre volte in più per le persone che usano pillole a base di levonorgestrel, mentre è di sei volte in più per chi prende pillole contenenti drospirenone, desorgestrel o gestodene. Il consiglio p di rivolgersi a un ginecologo di fisucia, che magari tenga sotto controllo gli esami del sangue prima e durante l'assunzione.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia