Come si scrive do da di fa, con o senza accento o apostrofo?

Come si scrivono le parole do, da, di, fa verbo? Si usano l'accento e/o l'apostrofo? E in quali casi?

pepperepe2pepperepe2

Pubblicata IL 07/07/2009, ORE 14:43 | Aggiornata IL 07/07/2009, ORE 14:45
18Leggi le risposte

Tag

Risposte Geniali

  • Ciao, si scrive certamente dà per dare, fa per fare, di' per dire (apostrofo perché cade una parte della parola), e do o dò per dare.Regola"La regola, per quanto riguarda le terze persone singolari monosillabiche, è questa: l'accento è obbligatorio solo su 'egli dà' (errato 'egli da'), 'egli è' e 'egli può'; tutti gli altri si scrivono senz'accento: 'egli fa/ha/sa/sta/va' (non me ne vengono in mente altri). Poi ci sono gli accenti facoltativi (inutili sul verbo dare, ma non sbagliati): è lecito scrivere 'io dò, tu dài, essi dànno' anche se non potrebbe mai esserci ambiguità con 'do' nota musicale"FONTE: Accademia della Crusca

  • morgan136morgan136

    Pubblicato IL 07/07/2009, ORE 19:09

    Appassionato di

    Scopri di più

    Aggiungerei un fa', con l'apostrofo, che sta per fai, imperativo del verbo fare ("Pierino, fa' subito i compiti!") e analogamente, da' per dai, imperativo del verbo dare ("Da' qua"). Anche sta' per stai, imperativo di stare, ma è poco usato.

     

  • erogmat04erogmat04

    Pubblicato IL 28/05/2010, ORE 01:30

    Appassionato di

    Scopri di più

    dadsadasdas

  • giuz5giuz5

    Pubblicato IL 28/05/2010, ORE 02:14

    Appassionato di Zeman

    Scopri di più

    la regola è semplice:

    accenti: sono obbligatori se cadono in fine di parola con 2 o più sillabe,             se sono all'interno possono non essere segnati. Nessuno li scrive mai.            a volte segnare un accento tonico aiuterebbe a pronunciare meglio             certe parole.

    Accenti su monosillabi: non si segnano, perchè ovviamente l'accento è sull'unica sillaba che compone tutta la parola, non a caso detta monosillaba. Qualora lo stesso monosillabo abbia più significati,esempi 

    e congiunzione      è  3a persona singolare indicativo presente del verbo essere 

    da preposizione    dà  3a persona singolare indicativo presente del verbo dare

            da' 2a persona singolare imperativo presente del verbo dare

    allora per distinguere i significati accenti e apostrofi sono obbligatori.

    Genericamente si accenta di più il significato considerato più importante, ovvvero quasi sempre quello verbale.  

    Apostrofi sui monosillabi ed altre parole: è obbligatorio segnare con un apostrofo tutte le parole, che derivano da troncamento di qualcosa di più lungo, perciò anche i  monosillabi.

    da'  2a persona singolare imperativo presente del verbo dare, una volta esisteva anche come dai (adesso verrebbe giudicato arcaico, un po' ignorante e dissonante)

    un po'  nel senso di poco è troncamento di un bisillabo. 

    Queste chiare regole sono riportate da qualsiasi grammatica italiana: mai pensato di acquistarne e leggerne una ?

     

  • pleto1pleto1

    Pubblicato IL 22/06/2010, ORE 05:58

    Appassionato di hobby, scuola e cultura

    Scopri di più

    Aggiungerei: il prof. Alberto Chiari, lingua e lett. italiana, Univ. Cattolica di Milano, anni ’70, nei suoi libri scriveva  abitualmente tu dài, essi dànno. Francamente non lo imito. Rischierei di passare per ignorante… Un ciao a tutti!

  • renata158renata158

    Pubblicato IL 04/12/2012, ORE 17:23

    Appassionato di

    Scopri di più

    no

    2 commenti:

  • beau%40vbeau%40v

    Pubblicato IL 05/12/2012, ORE 17:49

    Appassionato di

    Scopri di più

     I verbi con l'accento.Tranne la 3 persona dell'indicativo presente del  verbo fare.Fa quello che dico.Fa' è imperativo

     

Fai una domanda

Invia