Scottature da forno e da ferro da stiro, come curarle?

Quali sono i rimedi casalinghi per scottature da forno e da ferro da stiro? Mi capita spesso di bruciarmi e capita che mi rimanga qualche piccola cicatrice, come evitarlo?

plastichina12plastichina12

Pubblicata IL 09/04/2010, ORE 12:18 | Aggiornata IL 09/04/2010, ORE 12:20
5Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • gattotigrjllogattotigrjllo

    Pubblicato IL 09/09/2010, ORE 19:10

    Appassionato di

    Scopri di più

    vi sembrerà una cosa assurda,come è successo a me quando l'ho visto fare: mi trovavo nella bottega di un saldatore e durante il suo lavoro è successo che, saldando con la fiamma ossidrica,per i vari clienti presenti,cioè, saldava e metteva da parte,poi saldava altro oggetto e metteva da parte,quindi aveva diversi oggetti saldati in attesa che si raffreddassero,non ricordando la sequenza,ha agguantato un oggetto ancora bollente ustionandosi tutto il palmo della mano sinistra.A questo punto,senza dire parola,ha immediatamente posto la fiamma ossiacetilenica vicinissima alla zona ustionata per alcuni secondi,dicendoci che quello era il metodo, se pure doloroso da sopportare,per evitare il formarsi della vescica e per attenuare quasi del tutto il dolore,dopo di che ha ripreso a saldare come se niente fosse successo.quando diverso tempo dopo è successa a me una cosa simile ho provato quanto visto,e devo dire che il saldatore aveva ragione.

  • anch'io mi scotto sempre speciamente con il forno e uso un rimedio veramente efficace.Dopo aver messo la bruciatura sotto l'acqua la cospargo di dentifricio finche' si asciuga e diventa secco.Ti da' subito senso di freschezza e non fa venire la bolla

  • Mi sono trovata a fronteggiare una situazione simile con mezzo palmo della mano scottato dall'acqua bollente. Non avevo pomate atte all'uso. Ho messo la mano sotto l'acqua fresca, l'ho anche immersa in una bacinella d'acqua fresca, ma appena la tiravo fuori erano dolori atroci. Ho fatto il grosso errore di mettere del ghiaccio: il dolore è aumentato. Ho trovato, invece, un valido alleato nel pomodoro. Era l'unica cosa fresca che c'era nel mio  frigo. Ho deposto il pomodoro tagliato  a metà ( avevo i pomodorini) sulla parte ustionata e l'ho fasciata. Cambiavo spesso le fette, ma ho avuto un risultato insperato: è passato il bruciore che era fortissimo, la pelle è rimasta intatta, nessuna  vescica ed anche l'arrossamento è diminuito tantissimo. Un rimedio naturale e molto efficace

  • Per chi cerca di curarsi naturalmente olio, albume, talco, farina e altro sono da evitare perché rallentano il processo di guarigione.Non mettere la parte lesa a contatto diretto con il ghiaccio: lo sbalzo brusco di temperatu­ra può lacerare ulteriormente i tes­suti.

    Se vuoi usare prodotti naturali per ustioni lievi puoi provare la crema alla calendula o l'arnica.

  • Ecco che cosa fare immediatamente per attenuare il dolore e disinfettare la pelle: met­tere la parte lesa sotto il getto dell’acqua fredda, meglio se pre­sa dal frigorifero, che ha un effetto antidolorifico, poiché è fortemente vasocostrittrice. Poi in genere io uso il foille, ma non garantisce che non rimangano cicatrici. Mi hanno parlato bene delle creme all'elicriso (va bene per tutte le escoriazioni) e di creme a base di ossido di zinco.

     Quando la pelle presenta bolle aper­te è bene applicare sulla ferita una pomata antibiotica comprendo la zona con una garza sterile. 

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia